Ti trovi in: Home / Competenze / Tutela della Concorrenza / Concentrazioni / C12347 – Fusione per incorporazione di Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. in Credito Emiliano S.p.A.



Stampa

C12347 - Fusione per incorporazione di Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. in Credito Emiliano S.p.A.


Acquirente: Credito Emiliano S.p.A., Via Emilia S. Pietro n. 4, 42121 - Reggio Emilia, in qualità di acquirente/incorporante

Acquisita: Cassa di Risparmio di Cento S.p.A., Via Matteotti 10/B, 44042 - Cento (FE), in qualità di impresa acquisita in parte/incorporata

Operazione: L'operazione consiste (i) nell'acquisizione da parte di Credem di n. 1000.000 azioni ordinarie CRC, rappresentative del 6,69% circa del capitale sociale di CRC, e (ii) nella contestuale fusione per incorporazione di CRC in Credem.

Settori: Il gruppo è attivo nell'offerta di servizi e prodotti bancari, finanziari e assicurativi al livello nazionale, mentre CRC e le società dalla stessa controllate operano nella provincia di Modena, Bologna, Ferrara e Ravenna (congiuntamente, "Emilia Est") che, pertanto, rappresentano il territorio dove possono manifestarsi gli effetti dell'operazione di concentrazione. I settori economici rilevanti ai fini dell'Operazione sono i seguenti: bancario tradizionale (raccolta del risparmio e impieghi), risparmio gestito (attraverso fondi comuni di investimento, gestione di patrimoni individuali, prodotti della previdenza complementare e prodotti similari), risparmio amministrato, prodotti assicurativi (vita), servizi di pagamento, credito al consumo, factoring e leasing. In Emilia Est, Credem non riveste il ruolo di operatore principale in alcuno dei settori economici sopramenzionati, in quanto in ciascuno dei mercati in cui essa è presente sono attive banche di maggiori dimensioni o aventi quote di mercato più significative. CRC non riveste il ruolo di operatore primario di alcuno dei settori economici sopra indicati, ad eccezione della raccolta bancaria e del risparmio gestito nella sola provincia di Ferrara. Utilizzando il numero di filiali con possibile parametro della rilevanza degli operatori bancari su uno specifico territorio, si segnala che l'entità post-merger non assumerà in alcuna delle province interessate dall'Operazione la posizione di principale operatore nei mercati rilevanti. Conseguentemente, i mercati della raccolta bancaria e del risparmio gestito nella provincia di Ferrara sono gli unici interessati dall'Operazione. Tuttavia è opportuno segnalare che la quota di mercato detenuta da CRC nei suddetti mercati interessati è già attualmente superiore alla soglia di rilevanza, mentre l'incremento post-merger appare del tutto trascurabile.